Domenica, 22 ottobre 2017 - ORE:12:06

Bombe siciliane


Smartwatch free

Oggi vogliamo proporvi un piatto tipico della cucina siciliana: l’Arancino.

L’arancino viene classificato come “piatto unico” per l’unione di più ingredienti come riso, carne, prosciutto cotto, uova e molti altri, tutti particolari che fanno pensare alla cucina araba. Come noto la Sicilia è stata terra di conquista del popolo arabo.

Attraverso la letteratura gli arancini hanno acquistato notorietà con il libro “Gli arancini di Montalbano” dove vengono descritte in siciliano le modalità di preparazione del piatto.

Le dosi indicate sono per quattro persone.

Gli ingredienti necessari sono:

ñ 300 g. di riso

ñ 1 cipolla

ñ 70 g. di burro

ñ vino bianco

ñ brodo di dado

ñ sale

ñ parmigiano grattugiato

ñ 250 g. di polpa di manzo tritata

ñ 100 g. di prosciutto cotto (2 fette)

ñ 100 g. di fontina

ñ 4 uova

ñ pan grattato

ñ olio per friggere

Tritate finemente la cipolla e fartela soffriggere in una pentola con il burro. Unite il riso, girandolo nel condimento. Versate mezzo bicchiere di vino bianco e fatelo evaporare; aggiungete due mestoli di brodo caldo.

Fate cuocere il tutto per circa venticinque minuti, sempre mescolando e aggiungendo il brodo e il sale se necessario.

A fine cottura, togliete il riso dal fuoco e aggiungete due manciate di parmigiano; mescolate e lasciate raffreddare a temperatura ambiente.

Nel frattempo preparate il ripieno; fate rosolare la carne tritata nel burro, salate e sfumate con del vino bianco e lasciate asciugare il fondo di cottura.

Spostate la carne in una terrina, versatevi il prosciutto e la fontina tagliati a dadini.

Amalgamate il tutto; quando il riso si sarà raffreddato, aggiungete due uova, due cucchiai di parmigiano e mescolate.

Ponete una cucchiaiata nell’incavo della mano e al centro ponetevi un po’ di ripieno precedentemente preparato; coprite il tutto con un’altra cucchiaiata di riso. A questo punto formate una pallina dalle dimensioni di una piccola arancia, lavorandolo bene in modo che non si apra.

Sbattete due uova, passatevi l’arancino e successivamente immergetelo nel pan grattato. Friggeteli in abbondante olio caldo non più di quattro per volta, avendo cura di farli dorare bene da ogni parte. Poneteli su carta assorbente per asciugare l’unto di frittura.

Potete servirli sia caldi che freddi.

Possono essere accompagnati da un vino rosso deciso.



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 2 minutes, 29 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.