Venerdi, 23 giugno 2017 - ORE:22:46

Il menù di San Valentino


Il menù di San Valentino

Storia

Fin dal IV secolo a.C. a Roma il 15 Febbraio di ogni anno venivano celebrate le Lupercali, alcune fonti dicono in onore di Fauno in veste di Lupercus(protettore delle greggi), secondo altre invece la festività fu celebrata per la prima volta sotto Romolo, per rendere le donne fertili. I Lupercalia venivano celebrati nella grotta chiamata appunto Lupercale, sul colle Palatino dove, secondo la leggenda Romolo e Remo sarebbero cresciuti allattati da una lupa. Il momento centrale della festa consisteva nel sacrificio di una capra che veniva scuoiata, con le strisce di pelle ricavata le donne partecipanti venivano frustate dai sacerdoti Lupercii. Le donne frustate, dopo otto settimane, sarebbero rimaste incinte.

I Lupercalia furono una delle ultime festività abolite dalla Chiesa, i padri cristiani cercarono un sostituto del pagano Lupercus e lo trovarono in San Valentino di Terni, martirizzato sotto Aureliano nel 273 d.C. La leggenda vuole che Valentino, non volendo abiurare dalla religione cattolica, fu imprigionato a Roma. Durante la prigionia si innamorò della figlia cieca del guardiano e che col suo amore miracolosamente le ridiede la vista.

Dopo questo breve excursus storico, ritorniamo ai giorni nostri.

Come, purtroppo, molte festività ormai, anche San Valentino è diventata un’occasione d’oro per fiorai e compagnia bella. Rose rosse, ciccolatini e pupazzetti vanno a ruba e si rischia di cadere nella trappola del ”Oh mio dio cosa posso regalare” senza considerare che fondamentalmente l’importante è passarla assieme al proprio partner. Molti penseranno di non aver bisogno di una festa per ricordare alla propria anima gemella che la amano. Cinici di tutte le età unitevi, perché anche se non serve un San Valentino per dire ”Ti amo” è sempre una buona occasione per cimentarsi in cucina e preparare una buona cenetta alla vostra dolce metà!

Il menù di San. Valentino:

  1. Bruschetta rosa
  2. Ravioli di pasta fresca al pomodoro e basilico
  3. Nasello piccante alla menta
  4. Tortino al cioccolato dal cuore morbido

_______________________________________________

Iniziamo dall’antipasto, propongo una classica bruschetta, ma del colore rosso dell’amore e dal sapore deciso della passione, gorgonzola e radicchio rosso trevigiano.

Ingredienti:

  • 150 g di gorgonzola dolce;
  • 100 g di radicchio rosso tipo Treviso (quello con la foglia allungata);
  • pane casareccio;
  • 1 spicchio d’aglio sbucciato;
  • olio, sale e pepe a piacere.

Procedimento: Lavate e asciugate accuratamente le foglie di radicchio, quindi tagliatele a striscioline lasciandone da parte una per le decorazioni. Tagliate a tocchetti anche il gorgonzola, privandolo della buccia, quindi frullatelo insieme al radicchio fino a ottenere una crema dalla consistenza spumosa e dal sapore omogeneo. Al momento di servire, abbrustolite le fette di pane casareccio, strofinatele con l’aglio, aggiungete una goccia d’olio, un pizzico di sale e di pepe come per una normale bruschetta, e spalmatele con la crema. Guarnite con striscioline di radicchio. ottimo inizio per un bel san Valentino!

_______________________________________________

E ora il primo, i ravioli fatti in casa sono un’idea deliziosa per stupire il nostro invitato speciale, così armatevi di mattarello e grembiule:

Ingredienti:

  • 400 gr di farina di grano duro;
  • 3 uova
  • 50gr di fontina e/o 50 gr di mozzarella
  • 50 gr di ricotta fresca
  • un pizzico di sale
  • un bicchiere di acqua tiepida
  • Sugo di pomodoro
  • foglie di basilico

Preparare l’impasto è molto semplice: unire prima la farina con le uova, mescolere tutto fino a che l’impasto non è ben amalgamato, aggiungere un poco di sale e poi l’acqua per ammorbidire il tutto. Lasciare riposare, stendere la pasta, e poi fare le formine. Su ogni piccola forma mettere un dito di ognuno dei formaggi scelti, lasciare spazio sufficiente ai bordi, richiudere il raviolo con un’altro piccolo strato di pasta senza formaggio, premendo bene ai lati. Mettere a bollire in abbondante acqua bollente, devono cuocere solo 5 minuti. Scolare e aggiungere il sugo di pomodoro e decorare con il basilico.

Un piccolo consiglio: per non appesantire il vostro/la vostra amata non accedete con la quantità di ravioli, al massimo 80 gr di pasta.

_______________________________________________

Il secondo piatto è quello forte, il pesce da un tocco di raffinatezza, la menta e il curry creano il mix giusto per una serata peperina e molto calda.
Ingredienti:

 

  • 400 g di filetti di nasello
  • 3 cucchiai d’olio
  • ½ bicchiere di vino bianco
  • 2 cucchiaini di curry
  • 2 limoni
  • 10 foglie di menta
  • 3 pomodori
  • 1 peperone
  • 2 scalogni
  • 10 gherigli di noci
  • 4 cucchiai di maionese
  • sale
  • pepe qb

 

Tritate finemente le foglie di menta con le noci e gli scalogni; in un secondo momento aggiungete anche il peperone dopo averlo lavato e privato delle coste e dei semi. Intanto pulite il pesce e rosolatelo in padella con l’olio per 2 minuti, aggiungete il succo dei due limoni e fate restringere il sughetto per una decina di minuti, quindi aggiungete il vino e spruzzate il curry, completando la cottura per altri 10 minuti. Mentre tenete il pesce in caldo, completate la salsa: passate i pomodori a crudo e uniteli al trito, incorporate le cucchiaiate di maionese e mescolate per ottenere una salsa omogenea, aggiustando di sale e pepe a piacere. Servite il pesce con il sughetto di cottura e accompagnato dalla salsa fredda.

_______________________________________________

E ora passiamo al dolce, clou del menù, un cuore morbido e caldo per concludere una serata all’insegna del tenero e della passione.

Ingredienti:

  • 200 gr di cioccolato fondente
  • 200 gr di burro,
  • 160 gr di zucchero,
  • 40 gr di farina,
  • 4 uova
  • vanillina o altro aroma

Imburrare e infarinare 8 stampini e poi riporli in freezer.
Sciogliere il cioccolato a bagnomaria con il burro e lo zucchero, sbattendo bene con una frusta in modo da montare il composto. Fuori dal fuoco incorporare le uova una alla volta e poi la farina setacciata e l’aroma.
Distribuire il composto negli stampini, coprire con la pellicola e riporre nel freezer per almeno due ore.
Portare il forno a 220 gradi e infornare gli stampini congelati 10-15 minuti.
Dato che non e’ possibile stabilire con precisione il tempo di cottura, che varia da forno a forno, è meglio fare delle prove in modo da trovare il tempo giusto per il vostro forno: il cuore deve rimanere liquido.
Sfornare su un piatto i tortini, decorando con panna fresca semimontata, zucchero a velo o cacao.

Dopo una lunga giornata in cucina, i risultati saranno sicuramente incredibili, l’impegno dedicato ad una cenetta così deliziosa sono molto più apprezzati rispetto ad un anonimo mazzo di rose rosse. Buon San Valentino a tutti!



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 6 minutes, 17 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.