Domenica, 22 ottobre 2017 - ORE:13:48

Menù tipico toscano: un pranzo completo e salutare


abbinamento-vino-cibo

Smartwatch free

Un esempio di un ricco menù tipico toscano

Unire la semplicità al buon gusto non è cosa da tutti, ma grazie alla grande varietà di piatti e ricette la cucina toscana offre tantissime possibilità di menù creativi e soprattutto soddisfacenti! Ecco un esempio di menu tipico toscano, dall’antipasto al dolce:

antipastoAntipasto: ‘‘Al contadino non far sapere, quant’è bono il formaggio con le pere!

Per l’antipasto potete optare per qualcosa di leggero: una selezione di pecorini con pere, miele e mostarda d’uva o un semplice prosciutto e melone. Come si dice in Toscana ”Al contadino non far sapere, quant’è bono il formaggio con le pere!”. Questo perché l’aroma forte e pungente del pecorino si sposa perfettamente con la delicatezza della pera o del miele. Se non amate i formaggi, potete optare per un tagliere di salumi misti: la tradizione toscana ne offre davvero un’infinità e potete sbizzarrirvi nello scegliere quelli che più vi aggradano, oggi proponiamo: Salame Toscano, Prosciutto Toscano DOP, Coppa di Parma e Finocchiona. Il tutto accompagnato da fette di pane bruscato e pomodorini tagliati a spicchi.

Pasta asciuttaI Primi: la classica Pasta asciutta

La pasta viene chiamata ”asciutta” perché a differenza della pastina è senza brodo, ma è comunque condita. Per il menù del pranzo l’abbiamo scelta al pomodoro e basilico. Per preparare un ottimo sugo sono necessari una mezza cipolla, un sedano, una carota, una manciata di basilico fresco e del passato di pomodoro. Il sugo deve cuocere almeno un quarto d’ora. Un trucco utile per far insaporire bene la pasta una volta scolata è versarla nella padella nella quale avete cotto il sugo e far andare il tutto a fuoco basso. Se volete affiancare la pasta ad una seconda scelta per arricchire il vostro menù toscano un’ottima scelta sono le crespelle alla fiorentina: una tenera sfoglia di pasta fresca che racchiude un cuore di ricotta e spianci. la preparazione delle crespelle è piuttosto elaborata. La leggenda attorno a questo piatto tipico toscano dice che Caterina dei Medici fosse molto golosa di crespelle e che quando andò in sposa a Enrico II re di Francia portò la ricetta con sé a Parigi: da qui le crepes francesi.

Filetto al pepeI Secondi: la ”ciccia” toscana ell’è la più tenera

Per secondo non c’è cosa più indicata che un filetto di manzo al pepe verde in flambè, oltre ad essere un piatto veloce è anche molto sano: in una padella antiaderente fate rosolare l’olio con una foglia di alloro, mettete la carne e fatela dorare. A questo punto aggiungete una noce di burro, sale e pepe verde. Dopo aver fatto insaporire bene la carne, togliere la padella dal fuoco e versate sul manzo un bicchierino di brandy facendo attenzione a non bruciarsi, aggiunto il brandy alzate la fiamma del fornello, avvicinate la padella leggermente inclinata cercando di far entrare in contatto il contenuto liquido della padella con la fiamma. Quando ciò accadrà nella padella vedrete una bella fiamma! Tenere il fuoco alto finchè non si esaurisce la fiamma, insaporite, solo se volete, con la panna fresca e fatela sfumare. Il manzo può essere accompagnato su un piatto di insalata ben condita o pomodorini pachino.

Torta della nonnaIl dolcino è la torta della nonna

Per finire in bellezza, senza rinunciare alla semplicità, un tipico menù toscano non può che proporre la torta della nonna. Lo ammettiamo: la ricetta è nata in Liguria, ma si è diffusa moltissimo anche in Toscana, tanto che spesso viene considerato un dolce nostrano. Bisogna preparare prima la crema, che andrà fatta riposare il frigo per 10 minuti, e poi la pasta frolla. Una volta fatti questi passi bisogna prendere una teglia dai bordi alti circa tre centimetri, stendere metà della pasta frolla e ricoprirla con la crema, dopo, ”tappare” la crema con il restante impasto della pasta, cospargere di pinoli e mettere in forno a 180° per 50 minuti.

Il vinello

Per accompagnare il vostro pranzo oggi consigliamo un sincero Brunello di Montalcino, particolarmente indicato ad accompagnare le carni rosse e i formaggi.

 



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 4 minutes, 5 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.