Venerdi, 23 giugno 2017 - ORE:22:43

La cucina tradizionale umbra: alla scoperta dei suoi piatti tipici e dei suoi vini

vini umbri

vini umbri

Cucina tipica e vini umbri

In questo articolo vogliamo presentarvi alcuni piatti di questa regione in abbinamento a degli eccellenti vini umbri, che bene si sposano con i sapori di ogni ricetta.

Gli strangozzi o strozzapreti al tartufo sono un piatto molto apprezzato dalla cucina umbra composto dagli strangozzi, un tipo i pasta simile alle tagliatelle, ma ottenute da un impasto senza uova e tagliati più spessi e di lunghezza inferiore rispetto a quest’ultima. Vengono preparati con il tartufo nero di Norcia o anche con lo scorzone estivo.

Vino consigliato è il Montefalco Doc, un vino rosso con invecchiamento minimo di 30 mesi e molto longevo che ben riesce a esaltare l’ aroma e il profumo del tartufo nero.

Passiamo a un altro primo: le pappardelle al cinghiale. Pasta all’uovo anch’essa simile alle tagliatelle ma più larga che viene servita con un saporito ragù di cinghiale. Qui l’abbinamento perfetto è un Colli Amerini Doc rosso superiore, un vino composto in maggioranza da uve Sangiovese. Questo vino dal rosso rubino che tende al granato con l’invecchiamento ha un sapore rotondo e armonico che ben si abbina con la sapidità del ragù.

Altro piatto di cacciagione tipico dell’Umbria è il Piccione alla ghiotta: un piccione arrostito su uno spiedo. Durante la cottura viene raccolto il liquido di cottura che servirà per creare una salsa da servire con l’arrosto.

Particolarmente indicato per accompagnare questo piatto è il Pinot Nero di Torgiano, caratterizzato da una composizione di uve Pinot Nero per l’85% e da altri vitigni locali per il restante 15%. Questo vino, che viene fatto invecchiare per almeno 13 mesi, è caratterizzato da un profumo pieno e da un sapore asciutto che lo rende ideale per accompagnarsi al sapore della carne di piccione.

Concludiamo con un piatto tipico della città di Gubbio: il Friccò all’eugubina. Questo piatto è composto da diverse carni bianche che vengono stufate con pomodoro e accompagnate con la Crescia. Abbinate al Friccò all’eugubina un Orvieto DOC, un vino bianco storico conosciuto per essere apprezzato tanto da molti papi come Paolo III o Gregorio XVI -che addirittura volle che la sua salma fosse lavata con esso prima di essere sepolto-. L’Orvieto è un vino dal colore paglierino e dal sapore secco con un leggero retrogusto amarognolo.



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 2 minutes, 46 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.