Venerdi, 28 aprile 2017 - ORE:04:26

Millefoglie, la perfezione si fa dolce


Millefoglie, come i mille ”Grazie” delle mie papille gustative. Sarà che è il dolce della mia infanzia -un compleanno senza Millefoglie non sarebbe stato un vero compleanno- e sarà che già a sentirlo nominare mi viene l’acquolina (figuratevi a scrivere tutta la ricetta, pietà!)  ma il Millefoglie è e rimarrà sempre il mio dolce preferito. Tre strati di pasta sfoglia, maledettamente croccanti e friabili che si alternano con due delicati strati di crema pasticcera. Potete immaginarvi una cosa architettata in un modo più geniale, più perfetto, e, come avrebbe detto Jobs, più ”minimal” di questa? L’essenziale in 4 centrimetri di spessore, un tripudio di dolcezza.

La ricetta del nostro piccolo gioiello ha origini nella Francia del Seicento, se ne rinvengono le tracce nel libro Cuisinier françois di François Pierre de La Varenne del 1651, alla fine del diciottesimo secolo il rinomato cuoco Marie-Antoine Carême ne perfeziona la preparazione. Del Millefoglie esistono più varianti: al cioccolato, ai pistacchi, alla Nutella, al ciccolato bianco, alle fragole, con o senza glassa; ma noi diffidiamo delle imitazioni e ci atteniamo all’essenziale, quindi ecco la ricetta del Millefoglie classico:

Tempo necessario: 1 ora per la preparazione e 10 minuti per la cottura

Per la sfoglia:

  • 300 gr di farina
  • 300 gr di burro
  • acqua
  • sale
  • zucchero q.b.

Preparate una pasta sfoglia mischiando la farina, il burro, acqua, sale e zucchero. Ripiegate più volte la sfoglia su se stessa, poi lasciate riposare mezz’oretta. Tagliatela in cinque quadrati molto sottili, punzecchiateli con una forchetta e spolverateli con un po’ di zucchero a velo. Mettete in forno già caldo alla temperatura di 180° per 20 minuti.

Per la farcitura: (di crema pasticcera)

  • 3 tuorli d’uovo,
  • 80 gr di zucchero,
  • 1/2 litro di latte,
  • 75 gr di farina,
  • 1 bustina di vanillina o 1 bacca di vaniglia
  • panna montata

Mettendo da parte un bicchiere di latte, mettete a bollire il resto in una casseruola capiente, immergete il baccello di vaniglia (o mettete la vanillina), poi spegnete il fuoco e lasciate riposare tutto per 10 minuti.
In una terrina a parte lavorate i tuorli con lo zucchero con uno sbattitore elettrico fino a ottenere una crema spumosa e biancastra; versate poi a filo, lentamente, nella terrina un terzo del latte tiepido. Incorporate pian piano la farina setacciata.

Continuate poi a sbattere con le fruste elettriche, togliete la stecca di vaniglia che avevate lasciato in infusione nel latte restante e aggiungete nella casseruola, poco alla volta e mescolando con una frusta, il composto di uova, farina, zucchero e latte.

A questo punto portate ad ebollizione il tutto e, sempre mescolando, lasciate sobbollire a fuoco dolce per alcuni minuti finché il composto si sia addensato. Bisogna continuamente mescolare il composto con la frusta per evitare che si formino grumi dopo l’aggiunta del latte freddo.
Spegnete il fuoco e lasciate raffreddare la crema, mescolando di tanto in tanto. E la crema pasticcera è pronta.

A questo punto procediamo con la realizzazione del piatto:

Sporchiamo di crema pasticcera il fondo della teglia con l’aiuto di un pennelletto; stendiamo il primo strato di sfoglia e lo ricopriamo, con l’aiuto di una tasca da pasticceria con punta ‘a stella’ , di  panna montata e crema pasticcera. Copriamo il tutto con il secondo strato di pasta sfoglia e  si ripete la stessa operazione. Spolverato l’ultimo strato di pasta il nostro Millefoglie è pronto da infornare.

 



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 3 minutes, 37 seconds
Scrivi la tua opinione


  • Ti potrebbe interessare

  • Link che ci piacciono

    Copy to clipboard Update my DFP setup
  • Leggi qui

  • Consigliato

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.